• segreteria.macchioni

Europee, il post voto ha di fatto paralizzato il Paese...


L’effetto primario esercitato dalle elezioni europee è stato quello di destabilizzare l’asse Lega cinque stelle. Nelle speranze dei partiti di maggioranza la consultazione degli elettori avrebbe dovuto consegnare un attestato di maturità al governo del cambiamento invece ne ha difatto reso incerta la sopravvivenza. La debacle dei grillini rischia di annullare la vittoria di Salvini che senza la sua controparte pentastellata non potrà capitalizzare nell’immediato il successo alle europee. Di Maio e il suo partito navigano a vista e aver affidato il destino del loro governo alla piattaforma Rousseau la dice lunga sul conflitto interno che li attraversa: restare con la Lega al Governo e continuare a perdere consenso o aprire la crisi e riaffermare una loro identità? Il Paese assiste passivamente a questa paralisi della politica che sembra più concentrata su dinamiche di partito che impegnata a risolvere i problemi reali dell’Italia. Le forze di centro sono chiamate ad organizzarsi per rappresentare i cittadini italiani ed hanno l’obbligo e il dovere di colmare questo vuoto politico che attanaglia il Paese e che rischia seriamente di compromettere la sopravvivenza dello Stato italiano.

3 visualizzazioni
Contatti
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale