• segreteria.macchioni

Foligno, chiamare le cose con il proprio nome, razzismo è razzismo ...


Non si può giocare con le parole. Secondo Mario Giordano e Borgonovo il maestro di Foligno non è un razzista ma è un cretino. No. Il maestro di Foligno è razzista ed essendo razzista è anche un cretino. Non si può cancellare l’esistenza di un problema assai grave che è costituito da due tipi di razzismo: quello contro i “negri” e gli immigrati e quello contro gli ebrei che sta riemergendo sotto forma di antisemitismo sia di antisionismo.

2 visualizzazioni
Contatti
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale