Contatti
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale
  • segreteria.macchioni

l “Governo del Cambiamento” che non cambia sulle Banche segue la politica di Renzi e Gentiloni


Lo ha fatto giustamente, perché era necessario tutelare i correntisti e i risparmiatori. Ma ciò dimostra la serietà del nostro operato e fa chiarezza su anni di offese da parte del Movimento 5 Stelle e della Lega. Il Governo ha finalmente gettato anche quest’ultima maschera: dopo le decisioni su ILVA, TAP, TAV, Terzo Valico adesso anche le banche. Sono decisioni che dimostrano responsabilità, ma dimostrano come le offese fatte in campagna elettorale fossero soltanto demagogiche. Con questo provvedimento il Governo Conte chiede scusa e ratifica le scelte corrette e responsabili del passato. Il Governo ha giustamente “salvato” la banca attivando gli strumenti di protezione finanziari introdotti a gennaio 2017. Lo Stato, infatti, assicurerà la garanzia alla emissione di nuove obbligazioni della Banca e provvederà alla sua ricapitalizzazione con denaro pubblico. All’epoca la Lega e i 5 Stelle votarono contro questo decreto che stanziava 20 miliardi insultandoci e dicendo che si trattava di un “regalo alle banche”, adesso usano gli stessi fondi e gli stessi strumenti. Ieri lo chiamavano regalo alle banche oggi responsabilità.

2 visualizzazioni