• segreteria.macchioni

Sblocca Cantieri? Cantieri SONO bloccati proprio dalla politica e dalla incapacità di questa classe


Ci si aspettava che il governo facesse norme rivoluzionarie per risolvere una delle crisi più forti di sistema italiano: e cioè che dieci lunghi anni di crisi economica italiana ed europea ha portato 600mila posti di lavoro in meno in media. Abbiamo assistito alla chiusura di 120mila aziende e la grande crisi dei grandi e tradizionali aziende che hanno lavorato nelle grandi opere europee e mondiali. Quindi nello Slocca-cantieri ci si sarebbe aspettato almeno una soluzione diversa a queste tematiche. I cantieri che sono bloccati sono bloccati dalla politica, dalla incapacità di questa classe dirigente di assumersi responabilità. Così Beatrice Lorenzin durante il suo intervento in Aula alla Camera sullo Sblocca-cantieri. Stanno facendo - continua la Lorenzin- una grandissima operazione di depistaggio mediatico le cui vittime sono le grandi opere. Il Paese sta fermo al palo in una condizione di isolamento che ci viene marcata ogni giorno. Il Paese sta perdendo campo di competititvà ogni giorno in tutti i settori. Abbiamo 50 miliardi di opere pubbliche bloccate, sullo Sblocca-cantieri di queste opere non c'è traccia. Lo dico ai tanti imprenditori che guardano le forze politiche che stanno promettendo di riavviare il grande cantiere Italia: il grande cantiere Italia è bloccato. Questo Sblocca-cantieri - conclude - è privo di qualsiasi chiarezza strategica, chiarezza interpretativa e certezza normativa. Dopo una lenta e lunga elaborazione del codice degli appalti della scorsa legislatura, ora si rismonta tutto creando una grande confusione in tutti gli operatori che ci costerà miliardi e miliardi di euro. Questo è l'effetto di un modo sconsiderato e schizofrenico di governoare, di una maggioranza fatta di due componenti che negoziano comma contro comma del contratto in base a una porzione del proprio elettorato.

1 visualizzazione
Contatti
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale