• segreteria.macchioni

TAV, clamoroso caso di voto di scambio non perseguibile ma politicamente perverso


Per evitare il processo Salvini ha pagato al M5S un prezzo altissimo: ha accettato il blocco della Tav, svendendo gli imprenditori del Nord larga parte dei quali lo avevano votato. Si è trattato di un caso clamoroso di voto di scambio, non penalmente perseguibile ma politicamente perverso.

3 visualizzazioni
Contatti
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale