• segreteria.macchioni

Via della Seta, troppo avventurismo con chi non rispetta né leggi di mercato né stato di diritto

Ribadiamo il dissenso rispetto all’intesa globale che il governo italiano sta realizzando con la Cina e non ci convincono neanche le rassicurazioni del presidente Mattarella. Sono in discussione ben 50 intese. In sostanza tutto il sistema Italia è proiettato a realizzare accordi con i cinesi. Negare che ciò ha un risvolto politico generale vuol dire negare l’evidenza e nascondersi dietro l’ipocrisia che è una cattiva consigliera. Ben 6 sono i settori di collaborazione con la possibilità di sfociare in progetti comuni come strade, ferrovie, ponti, aviazione civile, porti e le delicatissime questioni riguardanti l’energia e le telecomunicazioni. Tutto ciò è fatto con un grande Stato che non rispetta le leggi di mercato e che non sa dove sta di casa lo stato di diritto. Per di più ciò avviene mentre  è contestata la TAV cioè una operazione infrastrutturale con l’Europa

0 visualizzazioni
Contatti
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale